Consigli per scegliere la giusta casetta da giardino

Le casette da giardino si collocano in un mercato che risponde a necessità immediate, con poco impatto dal punto di vista dello spazio e con un budget relativo.

A causa della grande varietà di tipologie costruttive, grandezza, materiali e personalizzazioni è importante avere una guida all’acquisto per valutare meglio e fare la scelta più indicata rispetto alle proprie necessità.

Di seguito alcuni consigli per scegliere la giusta casetta da giardino in base ad alcuni elementi chiave.

Individuare le proprie esigenze

Per scegliere la casetta con le caratteristiche adatte occorre individuare quali sono le necessità e le motivazioni che ci spingono ad acquistare una casetta da giardino. Le destinazioni possono essere ad esempio:

  • un deposito per la legna o per altri materiali;
  • uno spazio per il bricolage e il fai da te;
  • una serra per piante e fiori;
  • un ricovero per attrezzi da giardino, biciclette, etc.
  • un piccolo ufficio o dependance dove accogliere gli amici;
  • una casetta più o meno attrezzata per far giocare i bambini all’aperto.

Capienza e spazio

Una volta capita la destinazione, occorre visualizzare la nuova casetta da giardino nello spazio in cui si intende collocarla. C’è abbastanza spazio? Ci sono problemi di confine con le altrui proprietà? Potrebbero sorgere problemi nel realizzare il basamento della casetta? Rispondere a queste domande ci aiuta a capire dove posizionare la casetta e quanto spazio dedicarle.

Tipologie e materiali

Ora distinguiamo le casette per tipologie e materiali, e vediamo quali potrebbero essere maggiormente adatte ai vari scopi.

Le casette in legno, piccoli edifici eco-sostenibili caldi e confortevoli, sono adeguate per accogliere ambienti spaziosi dove installare mensole e accessori e dove dedicarsi in tranquillità al fai da te. Vi si possono allestire anche piccoli uffici o locali accoglienti e luminosi dove poter soggiornare qualche ora al giorno o in cui ospitare gli amici.

Con un numero maggiore di finestre e allestendo lo spazio interno con mensole e ripiani si può realizzare una serra per le piante e per i fiori, fresca d’estate e protetta d’inverno.

Grazie alla dotazione degli isolamenti e al manto di copertura queste casette sono più immuni ai rumori esterni e della pioggia, cosa che risulta assai più difficile con gli altri materiali quali PVC, resina, plastica o metallo.

Le casette in PVC o resina, meno gradevoli di quelle in legno dal punto di vista estetico, sono appropriate per depositare materiali che vanno protetti dagli agenti atmosferici o come ricovero sicuro per le biciclette o i motocicli.

Grazie alla loro leggerezza, alla loro notevole resistenza e alla pressoché assenza di manutenzione offrono riparo dal sole e dalla pioggia mantenendo un’elevata resistenza meccanica e termica nel tempo.

Le casette in WPC (PVC e legno) uniscono la parvenza estetica del legno con la resistenza e la poca necessità di manutenzione del PVC unendo pertanto le virtù dei due materiali in un edificio ibrido.

Le casette per i bimbi sono sia in PVC che in legno, ne esistono di parecchie tipologie e grandezze e con un’ampia scelta di dotazioni aggiuntive. Se è la casetta di cui hai bisogno fatti accompagnare da tuo figlio o figlia (se non è un regalo), sarà sicuramente bello scegliere insieme il numero di piani, gli arredi, lo scivolo, gli spazi per il gioco, i colori.

Le casette in alluminio e acciaio dall’aspetto spartano e poco isolate sono consigliate per ambienti che non necessitano di protezione dal freddo o dal caldo, come ricoveri per la raccolta differenziata dei rifiuti o le biciclette.

Con un budget ridotto: le casette usate

Se hai individuato la tipologia che fa per te ma il tuo budget è limitato, con qualche accorgimento e un po’ di attenzione puoi acquistare casette da giardino usate. Le trovi in commercio sia presso rivenditori locali che online. Con una certa oculatezza puoi risparmiare fino al 50% sul prezzo di acquisto.