Le casette da giardino sono costruzioni prefabbricate con una pianta rettangolare o quadrata, il tetto solitamente è a doppia falda, per far defluire velocemente acqua o neve, con un’eventuale gronda sporgente che impedisce alle intemperie di danneggiare le pareti. All’occorrenza possono essere dotate di finestre o ulteriori porte, oltre all’ingresso.

Prima di poterle posare è consigliato realizzare un massetto di fondazione o basamento, di spessore diverso a seconda della grandezza della casetta, questo darà alla costruzione stabilità, garantirà meno umidità di risalita dal terreno di appoggio e soprattutto fornirà una garanzia di durata nel tempo.

Per realizzare questo basamento basta praticare uno scavo di sbancamento nel giardino di una dimensione di poco superiore alla superficie esterna della casetta (nel caso si voglia realizzare un marciapiede circa 1 metro in più su tutti i lati), posare uno strato di ghiaia di 10/15 cm e stendere un cellophane sopra la ghiaia che impedisca la risalita dell’umidità, infine eseguire un getto di calcestruzzo di 10/15 cm circa di spessore con una rete elettrosaldata in ferro al suo interno.

Fase di montaggio della casetta

Questo massetto che funzionerà anche da sostegno e marciapiede creerà una superficie comoda e agevole. Successivamente, una volta asciugato il calcestruzzo si può montare la casetta di legno fissandola al basamento con staffe e viti.

I materiali per il montaggio vengono forniti imbancalati e comprendono il kit di montaggio con tutte le istruzioni, le pareti e la copertura (solitamente a due falde), porta/e, infissi, ferramenta e plastica/vetro per gli infissi.

Dovrai liberare tutto il materiale dall’imballaggio e disporre i vari elementi sui vari lati della casa dove andranno costruiti, in questo modo farai ordine e non confonderai i pezzi. Dovrai cominciare dagli elementi di base, salendo man mano e incastrando i vari elementi di parete. Tutta la struttura verticale sarà a incastro, quindi eventuali viti le userai solo per fissaggi ulteriori al basamento, per le cornici delle porte e delle finestre già preassemblate e per fissare il tetto.

Rifinitura del tetto della casetta

Una volta completato il tetto puoi rifinirlo con la guaina ardesiata, bituminosa o le tegole tipo canadesi che trovi in due colori (verde e color tabacco), per impedire infiltrazioni e danni all’interno.

Per una casetta di medie dimensioni occorrerà la manodopera di due persone per un giorno.

A montaggio eseguito, nel caso del legno, dovrai trattarlo con più mani di impregnante e successivo eventuale smalto dal colore a scelta, in modo che possa durare nel tempo.